Michele Fiscina
Salerno
anmil sport italia

 

Michele Fiscina, classe 1977, è nato a Fucecchio ma vive in un piccolo comune della provincia di Salerno, Caselle in Pittari. Nel 2001, a 24 anni, rimane vittima di un incidente stradale che lo costringe all’amputazione della gamba sinistra. Nello stesso anno, al centro Inalil di Budrio, ha modo di incrociare Alex Zanardi, anch’egli alle prese con la riabilitazione dal suo incidente. Zanardi diventa subito fonte di ispirazione, e così Michele, che prima dell’incidente non aveva mai praticato sport a livello agonistico, inizia a mettersi in moto.

Sogna l’handbike ma non può permettersela, si dedica quindi al sitting volley, disciplina che lo appassiona molto e lo porta a disputare anche i campionati nazionali. Proprio grazie a una compagna di sitting volley, conosce Obiettivo3, riuscendo a incontrare per la prima volta lo staff nella primavera del 2017 all’unità spinale di Firenze. Nel 2018 gli viene consegnata la sua prima handbike, permettendogli così di coronare il sogno di praticare questa disciplina tanto amata. Tesserato con l’Anmil Sport Italia, lavora in un’azienda di costruzioni edili e tifa Napoli. Per il momento riesce a praticare entrambi gli sport, ma se in futuro dovesse decidere di concentrarsi solo su una disciplina, si butterebbe a capofitto sull’handbike.