Pierluigi Bonafin
Rovigo

Pierluigi Bonafin, classe 1972, è originario di Rovigo, città dove è nato, cresciuto e si è affermato. Fin da piccolo è sempre stato un grandissimo appassionato di sport, abbracciando diverse discipline. Da buon rodigino ha giocato diversi anni a rugby durante l’adolescenza, facendo la spola tra la palla ovale e la piscina, con il nuoto che rappresenta forse la sua più grande passione. Un amore condiviso con la montagna, dove d’inverno scia e d’estate si arrampica. Il tutto senza dimenticare lo studio e il grande impegno che l’ha portato a laurearsi in giurisprudenza all’Università di Ferrara. Pierluigi negli anni si è fatto largo come uno degli avvocati penalisti più rinomati di Rovigo e ha aperto uno studio anche a Verona.

E poi c’è Michela, la sua compagna di vita, assieme alla quale nel maggio 2018 resta vittima di un gravissimo incidente motociclistico. Le conseguenze sono molto pesanti e a entrambi viene amputata la gamba sinistra. Lo choc è forte ma è forte anche la voglia di rimettersi in moto e coltivare questa nuova vita. Lo sport ancora una volta farà da traino per Pierluigi, che assieme a Michela conosce Pierino Dainese, si mette in contatto con Alex Zanardi e entra in Obiettivo3. L’avvocato torna a nuotare in piscina e allo stesso tempo scopre anche il mondo dei pedali, iniziando a prendere confidenza con l’handbike. Pian piano Pierluigi torna al lavoro e inizia ad approfondire anche una nuova tematica che gli sta a cuore, quella degli aspetti legali che si intrecciano all’universo della disabilità.